lunedì 7 febbraio 2011

..storie di una sfigata!

No bè, questa ve la devo raccontare...
Che tristezza! Non tanto per me ma perchè mi son resa conto di come la pensa tanta gente al giorno d'oggi.
Parlavo con un mio collega di radio, ci siamo messi a parlare di un programma che fanno alle 6.00 del pomeriggio su una radio che non nomino per non far pubblicità negativa o positiva che sia.
A condurre questo programma è una donna.
Come spesso succede gli speaker delle trasmissioni radio sono anche dj o comunque ruotano attorno a quel mondo e come spesso succede hanno una quarantina di primavere sulle spalle.
Ci siamo messi a parlare di questo programma, che comunque mi piace ascoltare, e della conduttrice che rispecchia in pieno le caratteristiche sopra citate ovvero quarantenne e dj professionista.
Da come parla ci si rende conto che dev'essere un po' fuori di testa, forse per questo è piacevole ascoltarla in radio.
Il mio collega, con aria di ammirazione mi ha detto :" Lei si che ai suoi nipotini potrà raccontare di aver fatto veramente di tutto!"
Io ho risposto dicendo:" No va bè scusa... secondo te io, perchè non sono come lei, non avrò niente da raccontare ai miei nipotini?!?"
e lui scoppiando a ridere mi risponde:" Si, dirai loro che da giovane andavi al cinema con i tuoi amici...sai che divertimento!"
Eccolo qua, in breve, il quadro della situazione generale del mondo d'oggi.
Una donna che vale è una che a 40 anni fa la dj nelle discoteche, non è sposata, ha qualche storiella più o meno seria ogni tanto e prende la vita con un pizzico di follia vivendo da sola tra Roma e Milano.
Eh si cazzo...lei si che è figa!
Sfigata io che esco sempre con i soliti quattro amici (veri)..
Sfigata io che mi faccio mille pare con gli uomini quando invece potrei farmeli e basta.
Sfigata io che vado al cinema e quando esco dalla sala che sono le 1.00 di notte ho un sonno da cani!
Sfigata io che ho certi valori.
Sfigata io che la domenica mattina vado a messa alle 9.30 e poi faccio gruppo con i bambini invece di svegliarmi a mezzogiorno rincoglionita a causa del sabato sera da fogo!
Sfigata io che non me ne frega un emerito cazzo di valorizzare la mia fortunata quarta di reggiseno preferendo colli alti a scollature da troiona!
Io ,però, da classica sfigata  punto ad avere una famiglia.
Io da classica sfigata non ho paura di crescere.
Io da classica sfigata tento di crearmi un futuro evitando di attaccarmi a professioni illusorie.
Io da classica sfigata non mi aggrappo alla felicità passeggera, all' euforia di una notte che svanisce dopo qualche ora di sonno.
Io da classica sfigata alla mia gioia riesco a dare un nome e un volto, ed è quello dei miei amici, non di gente conosciuta per qualche ora in una merda di discoteca.

E comunque vorrei precisare solo un' ultima cosa.
Io, in tutto il mio essere sfigata, anche se non ho un uomo per ora, miro ad avere la mia famiglia.
Il mio intento è quello e come ben si sa una famiglia è composta da marito, moglie e figli che a loro volta daranno alla luce altri figli...ovvero nipoti!
Nipoti ai quali racconterò le mie storie da sfigata sperando, con la mia esperienza, di farli diventare un pochino sfigatelli anche loro!
La quarantenne dj aimè ha ancora una decina d'anni per godersi la vita tra un uomo e un altro, tra una discoteca e l'altra, tra Milano e Roma, e in men che non si dica si troverà in menopausa...potrà aver mille e più storie da raccontare ma che senso ha se le sue storie l' hanno portata a non avere nessuno accanto a cui poterle raccontare?!?

8 commenti:

AndreaAroundThePop ha detto...

Ti ringrazio dei complimenti che hai lasciato sul mio blog e di aver deciso di seguirmi...
Anche io di seguirò...

Un abbraccio :)

Laura ha detto...

Beh, ho letto il tuo post sorridendo ma al contempo intristendomi...insomma la dj allegra, prima o poi se la darà una regolata...e prima o poi come tutte le cose fatue passerà. Tu invece, rimarrai sempre.

Giulia Giarola ha detto...

aaaaaa che figo sto post!!!! ogni parola che ho letto rispecchia esattamente tutto quello che penso!!!! Anche io sono come te.. mi piacciono le cose semplici.. i miei pochi ma veri amici.. e andare al cinema è una delle cose che amo di più al mondo!!! e bellissimo il finale... a chi cacchio le racconterà le sue mirabolanti avventure quella dj se non avrà nessuno che le ascolta???

La Toni ha detto...

Bello questo post! davvero! E credo proprio di far parte anche io della categoria "sfigate"!! ahahah!!
Ciao!
e grazie per aver deciso di seguire il mio Blog!

Daniela ha detto...

@ Andrea: grazie per essere passato.
@ Laura: bè rimarrò sempre si, grazie al cielo. Ma io non mi maschero dietro a finte relazioni, finte passioni e finte professioni.
Credo che col passare del tempo le cose fatue, come le hai chiamate tu, della dj crolleranno e le rimarrà gran poco.
Ritrovarsi a 50 anni con una montagna di cocci e rimasugli di cose fatue non mi sembra il massimo.
Comunque io non sono nessuno per giudicare la vita degli altri.
Più che la vita di questa dj (ognuno è libero di fare ciò che vuole dopotutto) ho trovato triste il commento del mio collega, una donna vale solo se ha un'esistenza frivola...tutto qua!
@ Giulia: ecco, sapevo che saresti stata d'accordo su quanto scritto..tra sfigate ci si capisce :D
@ La Toni: grazie per essere passata. Il tuo blog mi piace moltissimo.
Mi vedrai spesso gironzolare dalle tue parti :)

Giulia Giarola ha detto...

Daniela!!! vieni sul mio blog... hai ricevuto un premio!!! ;)

Occhi di Notte ha detto...

Devo dire che, in effetti, alla fine della fiera avere un rapporto con un'altra persona è una delle cose più basilari per un essere umano. Scopicizie o non scopicizie.

Daniela ha detto...

Ah ah ah.... Ho letto la parola scopicizie almeno cinque volte prima di capire cosa volesse dire.... :D ... Buahahahah...Son davvero sfigata!

Posta un commento