domenica 2 settembre 2012

La fine di un viaggio...

ebbene si, non avrei MAI e poi MAI voluto scrivere questo post eppure eccomi qui a dirvi che il Razzetto ha finito il carburante, il Razzetto ha smesso di volare.
Non sono ancora in grado di eliminarlo definitivamente però da oggi smetterò di scrivere su Razzi Umani.
Credo che oramai si sappia quanto questo spazio ha significato per me però non sono più riuscita a sentirlo mio.....MA....
c'è un ma, si perchè dal Razzo è nato un nuovo blog, una nuova avventura.
Si , lo so la domanda sorge spontanea: "e non potevi continuare a scrivere qui?"
purtroppo no e il perchè lo trovate scritto in quello che sarà il mio nuovo angolino di web!
Con una tristezza che non finisce più vi saluto da qui per l'ultima volta ringraziandovi per quello che avete dato a me e al mio Razzetto.....
ma questo non è un addio, come vi ho detto vi aspetto da un'altra parte...
Non posso pubblicarvi apertamente il link della nuova pagina ma non esitate a contattarmi per chiedermi il link privatamente nel caso aveste voglia di continuare a seguirmi.
Potete scrivermi a cristinidaniela86@gmail.com , sarò ben felice di accogliervi nel mio nuovo, piccolo, mondo!



...e non poteva finire con una canzone delle Spice Girls no?!?

"goodbye my friend, is not the end!"


lunedì 13 agosto 2012

Un grazie alle olimpiadi che mi hanno ridato le Spice Girls..

Problema: è lunedì ed è cominciata la mia seconda settimana di vacanza!
E dove sta il problema direte voi...bè il problema è che le olimpiadi sono finite e io non so che fare ora!
Bè, avere sempre e comunque qualcosa da guardare in tv era una bellissima cosa.
Stravaccarsi sul divano e avere sempre disponibile dello sport da guardare....ma che meraviglia!
Olimpiadi finite dunque ma...come sono finite?!?

Ieri sera faccio un bel bagnetto dopo cena e mi ritrovo alle 22.00 circa a non saper cosa fare.
Quasi in automatico mi dirigo verso il salotto, slancio le infradito a casaccio nella stanza, mi accartoccio sul divano e senza pensare a nulla il mio pollice va a cercare il numerino 2 sul telecomando così come ha fatto in automatico da un paio di settimane!
Mi ritrovo così davanti alla cerimonia di chiusura delle olimpiadi...
La cerimonia d'apertura me la sono persa ma la sensazione che tutta la manifestazione fosse ben curata veniva fuori ad ogni singola gara.
Tutto bello, tutto perfetto e la cerimonia di chiusura non poteva essere da meno...
Mi ritrovo davanti a questo show di luci e omini che girano a destra e sinistra (può essere che io abbia capito che c'erano un qualcosa tipo 40.000 volontari pronti a scattare per i cerchi olimpici) volti noti, acrobati, cantanti...
cantanti..già!
Vedo passare su un camion i One Direction, cinque Justin Bieber in un solo gruppo non si possono tollerare!
Scusa.....questi rappresentano l'Inghilterra e le Spice allora?!?
Completamente disinformata sulla scaletta degli ospiti e cantanti che faranno il loro ingresso nell'arena olimpica, d'istinto twitto:
Dani :)@danirazziumani
E le Spice Girls?!?
Lo show prosegue, maestoso più che mai!
Entrano gli atleti e bla bla bla....
Parte Imagine di John Lennon e i cronisti rai annunciano che da quel (meraviglioso/toccante) momento partirà una carrellata di musica inglese entrata nella storia....

la lampadina si accende......vuoi vedere che......
Vado su twitter e vedo che qualcuno già scrive qualcosa riguardo le Spice
Dani :)@danirazziumani
No va bè..io l'avevo scritto per scherzo...arrivano davvero le spice? Sono già emozionata
Oddio..non posso crederci: davvero vedrò le Spice Girls rinuite, qui? ora? davanti ai miei occhi? non sono pronta....mi raddrizzo sul divano, non vorrei che le immagini venissero in qualche modo deformate! e quando ricapiterà di nuovo di vederle cantare insieme...devo essere pronta ad imprimere questo momento.
Gli omini Rai ad un certo punto annunciano "credo che stia per arrivare il momento che tutti i teenagers stanno aspettando"
penso "ancora i One Direction? che maroni!"
una serie di Taxi Inglesi cominciano a sfrecciare per l'enorme palco, corrono di qua e di la lungo tutto la pista, ad un certo punto solo cinque di questi Taxi si dirigono verso il centro del palco e mentre si avvicinano l'uno all'altro cominciano a trasformarsi da nero a leopardato, rosa, nerosbirluccicoso, bianco e a bandiera inglese.
teenagers?!? cronisti rai......forse questo è il momento che aspettavano i teenagers di dieci anni fa, adesso siamo ben oltre i teen ma non importa perchè in questo momento torno ad avere 11anni, quando Wannabe entrò prepotentemente nella mia vita e nella vita di molti altri ragazzi stregati da queste 5 ragazze così.....così.....così Spice Girls
Dani :)@danirazziumani
Ragazzi ho il batticuore

(il video oggi è quasi introvabile, vi metto qui il link della performance e scusate per il commento in austroungarico)
E niente, ho gli occhi che sbirluccicano come il cab della posh spice.
L'esibizione dura 4 minuti in un misto di playback e live.

Cerco il riscontro su Twitter: che dice il mondo del web?
Ed è standing ovation di ex teenagers tornati ragazzini per 4 minuti!
Il tweet migliore

Stasera ho capito che non é lo spirito delle olimpiadi ad unire le nazioni ma l'amore sfrento per le Spice Girls
Ed è proprio su Twitter che mi diverto a girovagare stamattina rimbalzando da un profilo all'altro di ogni singola Spice resa umana da questo social network così incredibile, dove anche i vip hanno la possibilità di catturare ed esprimere l'emozione del momento.



IO AMO LE SPICE GIRLS!!! #sapevatelo

giovedì 9 agosto 2012

Vi racconto la storia di Federico cuore...

Qualcuno potrebbe spiegarmi perchè mentre si lavora una settimana dura tre mesi e invece quando si è in ferie una settimana dura tre giorni?
Eh va bè...ridi e scherza sono praticamente già a metà delle mie vacanza, del mio relax estivo.
Quest'anno è proprio tutto un sano e puro relax..nessun viaggio, nessuna Spagna o Croazia come gli ultimi anni, solo tanti pisolini e una buona dose di non fare un tubo.
Bè...un viaggetto piccolo l'ho fatto però e quest'anno va bene così!
Ora.....se un ragazzo veneto ha a disposizione solo qualche giorno per andare al mare vi assicuro che alla domanda: "Dove andrai per questi due giorni al mare?" 3 ragazzi veneti su 4 risponderanno: "Jesolo"
Vi ho mai dato l'impressione di essere una rivoluzionaria? una ragazza che va contro le tendenze? una che a prescindere va controcorrente?
No! esatto......e infatti me ne sono andata tre giorni a Jesolo!
Partita Sabato mattina, Mercoledì a mezzogiorno ero a casa...!
La giornate sono passate lente e senza partcolari avvenimenti, sole-mare mare-sole! e c'era altro da fare per caso?!?
Io, poi, sono una vera amante del sole quindi sono entrata in modalità lucertola per qualche giorno e nessuno è riuscito a strapparmi neanche un minuto di tutto il sole possibile da prendere!
Aperitivo in spiaggia, cena fuori, birretta post-cena e fine delle preoccupazioni!
Eppure........eppure è successa una cosa che..fa troppo ridere!
Dovete sapere che sono andata via con un amico e un'amica.
Domenica pomeriggio l'amico (non molto amante della vita da spiaggia) è rientrato prima in hotel per farsi la doccia. Arriva un sms da lui "in camera ho trovato una sorpresa per voi!"
e che sarà mai?!? bo....
Avevamo un piccolo bagno nella stanza dentro il quale probabilmente, nascosto sotto il pavimento, non molto tempo fa fu sepolto un cadavere a giudicare dall'odore che usciva dal bocchettone della doccia!
Un odore da morto misto fogna che non vi dico....forse la sorpresa è che l'odore è cessato, o magari il mostro del bagno ha pensato di uscire dal bocchettone per venirci a conoscere!
Incuriosite, ma neanche tanto a dir la verità, io e la mia amica torniamo in camera con tutta la calma del mondo.
Arriviamo in stanza e il nostro amico ci porge un bigliettino intitolato "X SIGNORINE"
lo apriamo e...voilà


Che?!? e questo chi diavolo sarebbe?!? Appuntamento per far qualcosa dopo la festa al faro? che festa al faro? Ok l'idiota deve aver sbagliato stanza.....
Decidiamo di rispondere, più per divertirci che per altro
"Mi dispiace ma il faro è troppo lontano"
risposta "Bè ma noi poi torniamo...."
e quindi?!?
No va bè.....Federico cuore (l'abbiamo soprannominato così) avrà una grande delusione, non possiamo fingere di essere altre persone. Sarebbe stato divertente programmare un falso appuntamento ma non siamo così bastardi dai....
e la storia finisce li, con il dubbio che magari con 1 possibilità su 10.000 forse quel biglietto potesse essere realmente per noi..ma no figuriamoci!
Sicuramente Federico cuore è il ragazzo che sta in compagnia con gli altri due fighetti, quelli dell'ombrellone poco dietro al nostro e sicuramente cercavano le tre pollastrelle che sono entrate in contemporanea con noi il primo giorno in hotel.
Vi ricordate del mostro del bagno? Bene noi per tre giorni (le solite cagate) ogni volta che andavamo in bagno richiamavamo ognuno la forza di un Power Rangers per avere il coraggio di entrare e affrontare il mostro anche per una semplice pipì...
Per tre giorni siamo stati quindi i Power Rangers...perchè vi dico questo?!?
Viaggio di ritorno, noia autostradale!
"Dai Dani scrivi a Federico cuore...."
"Ma no...cosa gli scrivo?"
e mentre siamo li che lo pigliamo per i fondelli per la millesima volta arriva un sms proprio da lui:
"Ma tu sei la Claudia, la Carol o la Alexa?"
dirvi che siamo scoppiati a ridere è riduttivo!!!!
Puahahahahahhaah
e adesso.....serve una risposta ad effetto..vai con questa
"Ah ma cercavi le Winx? mi dispiace ma noi siamo i Power Rangers"
risposta "ahahah...ciao!"
"Ciao Federico cuore, buona vacanza!"

la sana arte di divertirsi con poco :)

mercoledì 1 agosto 2012

Tifosi da divano: criticoni e fanfaroni....ma basta!

Io sono una sportiva, anzi no, una super sportiva...si ma da divano però nel senso che mi piace moltissimo guardare lo sport in tv, per praticarlo invece deve essere uno sport di squadra altrimenti mi annoio!
Bè essendo io cintura nera di sport da divano, quest'estate sono andata a nozze tra europei di calcio e olimpiadi.
Ho fatto una super scorpacciata di sport e non è ancora finita.
Sono partita a Giugno con gli euopei appunto e con lo sport che più in assoluto preferisco (chi mi legge spesso, sa già l'affinità che ho con questo sport) : il calcio.
Bene....sappiamo tutti la storia della squadra azzurra durante il torneo: partite del girone sofferte, qualificazione arrivata per grazia divina (anzi..spagnola), due grandi partite con Inghilterra e Germania e poi il ko in finale proprio con la Spagna.
In contemporanea all'europeo giocato sul campo, si giocava anche l'europeo nei vari social network.
Bene.... ci sono poche cose che mi fanno veramente girare le balle: i camion lenti la mattina quando sono in ritardo al lavoro, la gente che non risponde agli sms e gli italiani che non tifano italia.
Ultimamente seguo Twitter più di Facebook e devo dire che durante le partite dell'Italia ho smesso di collegarmi perchè mi innervosiva leggere quella marea di critiche insulse e insensate contro la nostra nazionale...
Che poi......Insulti e critiche durante la fase a gironi, poi eeeeeehhh tutti super italiani e tifosi degli azzurri dopo la vittoria contro Inghilterra e Germania, per poi tornare anti-azzurri dopo la finale con la Spagna! no ma....ce la facciamo?!? ma che cazz.......

Passato l'europeo ecco arrivare le olimpiadi, bellissime e adorabili olimpiadi.
Ci hanno detto che sarebbero state "olimpiadi rosa" nel senso che ci si aspettavano grandissime cose dalle nostre femminucce piuttosto che dai maschieti che son sicura hanno tirato un sospiro di sollievo nel vedersi togliere enormi responsabilità di dosso.
Ma tra tutte le femminucce volate in quel di Londra, su due la stampa si è particolarmente focalizzata: Valentina Vezzali (che personalmente stimo tantissimo) la nostra porta bandiera a caccia del quarto oro consecutivo ma soprattutto lei, Federcia Pellegrini (che personalmente stimo tantissimo) la nostra piccola star.
Arrivata a Londra per fare il pieno d'oro, su di lei le aspettative erano enormi.
Federica Pellegrini di qua, Federica Pellegrini di la....é tecnicamente la più forte, questo lo sappiamo, tant'è che a livello fisico è contro se stessa visto che detiene ogni record possibile e immaginabile, per migliorarli deve praticamente battersi.
Bene, arriva a Londra carica di tutte queste aspettative...e su Twitter che si dice? oh bè, su Twitter è tutto un "forza Fede", prima del tuffo in acqua si intende perchè poi, quando Fede non arriva, ecco che comincia a spuntar fuori gagliarda l'ignoranza più totale.
Le critiche fioccano e le battute, anche grazie alla pubblicità della Pavesini che la vede come protagonista, vengono servite su un piatto d'argento.
"Cosa fa Federica Pellegrini quando non nuota?!?un cazzo evidentemente.."
"Federica Pellegrini vuole prendersi un anno di pausa. All'Isola dei Famosi. "
"Ora vai capire: o troppo sesso o troppi Pavesini! Cosa fa quando non si allena? Non lo so, ma dovrebbe allenarsi!"
.....
Non so voi ma io la scena me la immagino così:
Ore 20.30, la Pellegrini fa il suo ingresso in acqua
twitter "Vai Fede, orgoglio italiano"
Ore 20.32 la Pellegrini arriva quinta
twitter "Pellegrini mangia meno Pavesini va.."
e adesso risediamoci a tavola a rimpizzarci di gelato oppure stravacchiamoci per bene, piedi sul tavolino, birra e ruttazzo da paura!

Ma come siamo piccoli, ma come siamo idioti e fanfaroni!
Si, ve l'avevo detto che questa è una delle poche cose che mi fanno girare i maroni!
Bravi a criticare, bravi ad insultare, senza neanche farci passare per l'anticamera del cervello che chi è su quel blocchetto di partenza prima di tutto ha già vinto essendo presente ad una olimpiade e se si parla di un'atleta ai livelli di Federica, giù il cappello perchè di uno sportivo si guarda una carriera non una singola gara.
Dispiace, questo è vero, ma da qui ad arrivare a prendersi la libertà di criticare una vera numero1, quando noi nuotiamo ancora con i braccioli e facciamo il bagno con la paperella, questo no!
Eh no cazzo! eh no.......
E perchè la Pellegrini ha mollato, e perchè la Pellegrini non ha nuotato con la solita grinta, e perchè la Pellegrni era affaticata, e perchè la Pellegrini sta con Magnini, e perchè la Pellegrini fa vinta mondana, e perchè la Pellegrini compare su Novella 2000, e perchè la Pellegrini di qua e perchè la Pellegrini di la.....
oh ma basta!
...comunque l'ho sentita stamattina, si si, ho sentito la Pellegrini e mi ha detto che a tutta la squadra olimpica di fanfaroni consiglia una ricetta:
Pavesini con uno splendido contorno di cavoli di produzione propria!



lunedì 23 luglio 2012

Al tramonto del quarto di secolo

E' passato praticamente un anno da questo mio post .
Bè ragazzi, scrivo questo di post perchè sono al tramonto del quarto di secolo.
Eh già...domani sono 26 è ho addosso una malinconia che non vi dico.
Un anno fa raccontavo della mia preoccupazione nel varcare la soglia del quarto di secolo...scrivevo e commentavo
Questa è la mia teoria: a 20 anni ti senti figo perchè, cavolo hai 20 anni!
Dai 21 ai 24 ti senti ancora più figo, perchè guardi i ventenni come delle burbette!
Dai 26 ai 29 sono sicura ci si sente giovani prima della mazzata dei 30...
ma.......25 sono una cosa insopportabile! Mi sentirò sicuramente più giovane l'anno prossimo rispetto quest'anno!
Cazzata!
Mi sento più vecchia oggi di quanto io non lo sia mai stata in precedenza...
Oltre a sentirmi praticamente con un piede nella fossa (logicamente scherzo vero...) mi sento un pochino delusa dai miei 25.
Non so voi ma io ogni volta che arrivo al giorno del mio compleanno, fantastico un po' sull'anno che verrà.
Faccio buoni propositi, penso a come sarà bello questo nuovo anno...si insomma, più o meno come si fa a capodanno.
Bene signori, sono lieta di annunciare che i 25 anni non mi hanno portato una beneamata fava e tanto meno una misera novità.
Insomma..mi aspettavo un po' di più dai 25 anni! Cacchio era il quarto di secolo, mi aspettavo qualcosina di importante.....
Niente..solita vitaccia, e sottolineo vitaccia perchè, soprattutto ultimamente, non è stata proprio una sciocchezzuola stare al mondo.
Si stringe i denti, si va avanti, ci si fanno venire nervosi così grossi che ti si gonfia la vena sulla fronte che manco Goku....
Poi bisogna farsela passare in realtà, bisogna saper accettare la vita così come ci vien servita...
Possiamo noi per caso decidere della vita degli altri?!? No....Possiamo noi protestare se le persone si allontanano?!? No... Possiamo noi lamentarci se poi pensiamo che fa tutto quanto cagare?!? Sempre no...

..e così al tramonto del mio quarto di secolo, proprio nello sprint finale, forse ho imparato che non possiamo certo dirigere la vita degli altri nella direzione che più ci piacerebbe e disperarci se le cose non vanno come vorremmo. L'unica cosa che DOBBIAMO fare (e lo scrivo in maiuscolo perchè sono la prima che a volte se lo dimentica) è tracciare la nostra direzione!
Spesso mi preoccupo troppo degli altri, dei loro periodi negativi, dei loro periodo positivi, i loro problemi e i problemi che portano a me in conseguenza a loro scelte...ma io...io dove sto andando?!?
Sono talmente preoccupata a guardare le vite degli altri che ho perso di vista la mia.

Cosa mi aspetto dai miei 26 anni?
Forse la cosa giusta è non aspettarsi niente, forse la cosa giusta è semplicemente vivere.

Ieri sera ho festeggiato il mio compleanno (si lo so che non si festeggia prima ma era l'unica data disponibile) e seduta accanto a me c'era Redaz.
Parlando con i mei amici è venuto fuori il discorso dei blog e un amico ci ha chiesto cos'è che ci appassiona tanto in un blog...
Io ho risposto che il motivo sinceramente non lo so però so perchè ho cominciato e so perchè continuo.
Semplicemente sto scrivendo la mia vita e mai come oggi sono stata contenta di aver cominciato a farlo.
Ho letto il post dell'anno scorso e ho ripescato pensieri che forse avrei perso.
Ora sto scrivendo questo post per lasciare un ricordo a me stessa per l'anno prossimo.

Riassumendo: come si sente la Dani il giorno prima dei 26 anni?
Malinconica, triste per aver archiviato un anno abbastanza deludente, speranzosa per quel 5 tramutato in 6, un pizzico più saggia e preoccupata..preoccupata perchè se quei tre capelli bianchi spuntati dopo il quarto di secolo capiscono come riprodursi...bè gente...son nella merda! :)

giovedì 12 luglio 2012

Esperienze da supermercato...

Sono ancora qui..pensate un po' che roba..una si finge morta per un mesetto e poi torna a scrivere due post in due giorni!
..bè comunque non è della mia normalità che vogliamo parlare (anche perchè.....uhm....)
bè insomma, volevo raccontarvi una cosa che mi è successa oggi.
Questa settimana convivo con un uomo: mio papà!
Abbiamo spedito mamma e fratello in campeggio rispettivamente come cuoca e animatore e siamo rimasti a casina noi due.
Grandi problemi non ce ne sono, siamo grandi e sappiamo benissimo badare a noi stessi finchè ieri padre si rende conto che è mercoledì e che da quel momento in poi non ha senso vivere senza ghiaccioli e birre!

Papà "Dani devi andare a fare la spesa domani?"
Dani " bè a dir la verità no..!"
Papà " eh perchè sai.....mancano i ghiaccioli e dopo cena bisogna mangiarlo..."
Dani "bè io non credo che sia....."
Papà "ah..e serivrebbero anche le birre"
Dani " va ben.."

..eh bè..mica si può continuare a vivere senza ghiaccioli no?!?
..e così questa sera, dopo il lavoro, sono passata al supermercato.
Figuratevi la coda che c'è alle 18.30 alle casse. Spese piccole di chi, dopo il lavoro, passa a prendere quel paio di cosette senza le quali non si può assolutamente vivere.
Me ne sto tranquilla in coda aspettando il mio turno quando una vecchietta si materializza davanti a me e mi chiede

Vecchietta " non ci sono le casse veloci in questo supermercato?"
Dani " eh no mi dispiace!"

e così, sbuffando e parlottando, si mette in fila dietro di me.

Arriva il mio turno e appoggio le mie cose sul nastro trasportatore (si chiama così poi?!?) della cassa e finchè aspetto che la spesa della persona davanti a me venga battuta, la vecchietta, che da adesso chiameremo vdm (vecchia di merda) comincia a sboffonchiare di nuovo

vdm "no ma guarda che lentezza che hanno qua le commesse, guarda..guarda li come si muove lentamente questa"
Dani "bè signora....sono le sei e mezza sarà anche un po' stanchina a dir la verità"
vdm "no ma non si può....nei grandi supermercati sono sempre super velocissime"
Dani" ---"
vdm " no ma dai, guarda che lentezza anche a dare i soldi di resto"
Dani "io credo sia solo stanca"
vdm " bè io non so che lavoro fai tu, ma se io fossi il tuo capo e tu fossi così lenta ti avrei già licenziata!"
Dani "per fortuna ora faccio un altro lavoro ma per queste casse ci sono passata anch'io e le assicuro che trascorrere l'intera giornata in piedi, alla cassa, oltre a non essere il massimo della vita è anche parecchio stancante"
vdm "---"

com'è che fa quella canzone...." Pensa, prima di parlare pensa, prima di dire, di giudicare prova a pensare..."
Cosa ha imparato la Dani da questa avventura?
1. Il cervello va SEMPRE collegato prima di aprir bocca...ci si potrà risparmiare così grandissime figure di merda.
2. Le vecchiette non sono sempre simpatiche e adorabili come nei film.

Un post di Lego...

ok..non scrivo un post da quasi un mese, me ne rendo conto e vi chiedo scusa...
Non scriverò un vero e proprio post nemmeno ora.
Ieri, presa da un mix di buon tempo/attacco d'arte, sono andata a riesumare le mie vecchie Lego e ho costruito questo video...
Non è un video a caso, è semplicemente la metafora di cosa mi sta succedendo adesso...


Sono rimasta ferma qualche mese in questo stato


Però ieri è successa più o meno una cosa del genere


La fine è un happy ending immaginato, quello che in teoria dovrebbe succedere se le cose andassero bene!

Che dire....come vi ho detto è una metafora..e chi ci arriva è bravo! :D

sabato 16 giugno 2012

...e così si torna a giocare a calcio!

Eccomi qui....scrivo questo post perchè ormai la gente con cui parlo di solito si è  rotta le balle di starmi ad ascoltare mentre parlo di calcio.
E' periodo di europei e questo tutti lo sappiamo!
Sono un'amante del gioco del calcio, non seguo il campionato e non tifo per nessuna squadra in particolare però quando ci sono questi trofei, vedi europei o mondiali, non posso fare a meno di gasarmi e di esser contenta perchè ci sono due partite di calcio tutti i giorni (per il piacere di mia mamma che vorrebbe guardare Real Time)
Oltre a questa indigestione calcistica devo dirvi un'altra cosa..ne parlo con voi e la scrivo sul blog perchè appunto le persone che mi stanno attorno si sono rotti a forza di ascoltarmi.

..e sapete perchè?

Tra una decina di giorni comincerà un torneo di calcio femminile e io sono riuscita a partecipare....yeeeeeeeee!!!!
E' stata dura eh, più che altro trovare altre femminucce che fossero disposte a formare la squadra però alla fine ce l'ho fatta!
E' un torneo a livelli assolutamente dilettantistici e anche di più però ci tenevo tanto a partecipare più che altro perchè è da anni che non tiro più un calcio al pallone.

Oggi sono andata a riesumare queste: le mie scarpe da calcio!
Sono passati davvero tantissimissimi anni da quando sono state messe in una scatola qualsiasi e rintanate nell'angolo più remoto del ripostiglio.
Oggi sono andata a riscovarle e vi dirò che per un attimo ho temuto che fossero state buttate!
E poi eccole qui, le mie scarpette belle.....
Con i tacchi non mi sento a mio agio, ma con i tacchetti sto una meraviglia.
Le ho indossate ed erano come me le ricordavo..morbide, comode...sono leggermente rovinate ma fa niente perchè su quelle punte scolorite, su quelle superfici non più così perfette, c'è rinchiusa tutta la mia passione per questo gioco.
Poi ho guardato le mie gambe e quelle, purtroppo, non sono più quelle di una calciatrice.
I polpacci grossi sono rimasti, le cosce muscolose anche, però non sono più gambe abituate a correre....
e poi ci sono quei tre buchetti sul ginocchio destro, segni dell'operazione che mi ha stroncato la carriera.
Ho dovuto inevitabilmente riesumare anche questo: il tutore.
Amichevolmente chiamato "gamba bionica" o "gamba di Robocop" è l'aggeggio che ho dovuto mettermi per giocare dopo l'operazione.
In realtà all'epoca non è servito a molto perchè il ginocchio non voleva saperne di rimanere al suo posto, però con il passare degli anni ha fatto sempre meno male e pare aver trovato una sua stabilità.
Giocare senza comunque è impensabile, quindi tra pantaloncini e calzettoni per forza dovrà esserci anche questo!

Però.....voi non avete idea di cosa possa significare per me tornare a giocare a calcio.
Mai e poi mai avrei detto di poter tornare a farlo!
Sarà un torneo breve (solo tre partite) e di scarso prestigio ma mi mette una gioia dentro che non vi immaginate.
Quando ci penso sento già la tensione dentro, mi agito la notte prima di dormire pregustandomi l'entrata in campo, i tiri, le scivolate!
So già che potrei farmi male, basta che il ginocchio mi cedi una sola volta e per me il torneo sarebbe già finito, non perchè sia un male irrimediabile ma perchè prontamente il ginocchio si gonfierebbe come un melone e mi farebbe parecchio male....ma non importa, mi farei male anche mille volte se necessario pur di tornare a provare l'emozione di giocare a calcio.

Tra 11 giorni esatti, alle 21.00 di sera, pensatemi perchè io sarò li, in campo, con la coda ai capelli, la maglietta nei pantaloni, la gamba bionica e le mie scarpette rovinate.
Pronta ad aspettare il fischio dell'arbitro. Pronta a tornare a giocare a calcio di nuovo

venerdì 8 giugno 2012

La mia prima multa!

Giovedì 7 giugno 2012, casa Dani ore 12.45

Entro in casa e mi dirigo come al solito verso la cucina per pranzare.
Mamma:" ti è arrivato un regalo dal comune di Vicenza"
(zin zin zin.....merda merda e stramerda ecco che l'autostrada mi ha fregato...ecco che in una delle tante serate nella terra di mezzo con la socia mi è scappato il piedino in autostrada e tac.....)
Dani:"ah si? e cos'è?"
Mamma:...."eh....una multa!"
(porca vacca......ecco.......)
Dani:"e per cosa?" (si vede l'aureola?)
Mamma:" ztl"
(oddio che culo..........)
Dani:"nuooooo ma perchè? ma dove? ma non è possibile....."

Devo ammetterlo, quando esco con la mia Socia succedono sempre cose strane.
C'è stata una serata in cui siamo entrate in un bar nella terra di mezzo (che tra Padova e Verona è più o meno Vicenza e provincia) per farci uno spritz e dopo un po' sono entrati dei ragazzotti vestiti da romani, imbriaghi come non mai, per aumentare il tasso alcolico evidentemente non ancora sufficientemente alto...
O quella volta in cui ci siamo ritrovate in un bar (era la stessa sera dei romani a dir la verità) e ci sembrava di essere entrate in casa di uno....ci siamo ritrovate a sorseggiare il nostro spritz su un divanetto, guardando la televisione assieme ai due proprietari anzianotti del bar.
E quella volta che, sempre bevendo uno spritz, ci ha avvicinate una pazza chiedendoci dei soldi....
..e quelli che ci hanno chiesto se volevamo partecipare a degli incontri di catechismo o che cavolo era...
...e le cameriere Moldave che mi hanno chiesto tre...quattro volte se volevo la tagliata con rucola e grana.....
..e quando siamo andate a vedere Romeo e Giulietta in Arena ma siamo uscite prima perchè non ce la facevamo più?
..e tutte le volte che abbiamo dovuto rimandare perchè succedeva un imprevisto........
si insomma trovarsi con la socia è sempre un'avventura..

ma quella sera no, quella sera era diversa, quella sera era andato tutto per il verso giusto....
..o almeno così credavamo..!
 
Ci siamo trovate a Vicenza città portando anche delle amiche...una serata tra quattro donzelle.
Ci troviamo al casello dell'autostrada e decido di prendere su io la macchina...arriviamo in centro e ho ben chiaro nella testa di aver esplicitamente detto:
"guardate bene anche voi la strada che non andiamo a finire in qualche ztl...."

..la serata passa tranquilla, ci mangiamo una pizza, facciamo due passi e arrivederci e grazie!
...e non succede niente di strano..........o almeno così sembrava!


Mamma:" ti è arrivato un regalo dal comune di Vicenza"
Dani:"ah si? e cos'è?"
Mamma:...."eh....una multa!"
Dani:"e per cosa?"
Mamma:" ztl"
Dani:"nuooooo ma perchè? ma dove? ma non è possibile....."

ebbene si, zio ken siamo entrate in ztl.....

Signori e signore la mia prima multa..si lo so che non c'è niente di cui vantarsi...la cosa buffa è che anche per la mia socia era la prima multa..e pensate che lei non stava nemmeno guidando!

Bè insomma....non ho detto una parola per tutto il pranzo perchè insomma....è sempre una multa e non è mai una cosa bella!
Poi decido di dirlo alla socia e non so perchè.......lei manda tutto in vacca ed effettivamente, pensandoci bene, la cosa comincia a diventare buffa anche per me..

Ma c'è un pensiero che continua a rigirarmi nella testa...come diavolo è possibile che ben 8 occhi non abbiano visto uno straccio di segnale?
Curiosa mi sono servita delle mappe di google e di street view per dare un'occhiata alla scena del crimine....

Siamo in viale Roma quando compare il primo cartello:


Come potete ben vedere si trova dietro alla corsia degli autobus quindi può essere che i nostri 8 occhietti non abbiano visto il cartello perchè magari..dico magari eh.... proprio in quel momento, tra noi e lo stronzo cartello, ci fosse un autobus appunto.
Le nostre eroine proseguono ignare di tutto fino a trovarsi al fatidico bivio:
Da una parte la Vicenza aperta al pubblico, la Vicenza di tutti.....
Dall'altra la Vicenza dei pochi intimi, la Vicenza degli eletti supremi....
e noi da che parte andiamo? esatto.....nella Vicenza dei pochi eletti....
però....c'è un però anche qui:


La segnaletica verticale si trova sulla sinistra...e quando mai i cartelli stanno a sinistra?!?
Dai ditelo....."si ma Dani....ok la segnletica è sulla sinistra ma guarda per terra cosa c'è..se non vedi quello sei orba.."
e se davanti a me ci fosse stata una macchina? avrebbe coperto il segnale sull'asfalto...
sono sicura che è andata così perchè non è possibile che 8 occhi non abbiano visto ancora niente...

E comunque, una volta svoltate a destra, siamo state fregate perchè vedete sotto questi adorabili archetti?


Proprio li si nascondeva la telecamera che ci avrebbe incriminate una volta per tutte....

Eh va bè insomma..è andata così..e non so perchè ma la cosa, nonostante tutto, mi fa super ridere!
Ieri la mia socia mi ha chiamato e non riuscivamo a smettere di pigliarci per il culo......ma che robe.ma che ridere..! :D

...comunque......io ho sempre parlato di 8 occhi.....ma
c'erano altri 2 occhi che hanno visto tutto e che non hanno mai detto niente.
2 occhi che per tutto questo tempo non mi hanno mai detto la verità, 2 occhi che sicuramente si sono divertiti a pigliarci per i fondelli a nostra insaputa.

 
...va a fidarti degli orsi...! :)


martedì 5 giugno 2012

Ecco perchè sono un'educatrice di un gruppo di adolescenti...

Sono una brutta persona, lo so!
Giuro sono la prima a sentirsi male vedendo il mio blog in crisi...lo trascuro non poco e me ne sono resa conto, non sapete quanto possa dispiacermi vederlo costretto a lunghe pause!
Il fatto è che il mio blog è diventato così strettamente personale che non fa altro che riflettermi non dico al 100% ma quasi.
Non so che dire, ultimamente è tutto un po' un piattume (si potrebbe quasi togliere anche la i volendo) e non mi va di lamentarmi in diretta sul razzo per non sembrare troppo patetica!

Comunque sono qui perchè finalmente ho qualcosa da dire...
E' passato un annetto ormai da questo post dove raccontavo la fine della meravigliosa esperienza come educatrice acr dei bambini delle elementari.
Avevo scritto che una nuova esperienza mi aspettava, diventare educatrice di ragazzi di 15 anni, un'età a dir poco balorda che spaventerebbe chiunque si trovasse ad affrontarla... credo...
L'età delle domande, l'età delle cazzate madornali l'età in cui ti senti grande ma grande ancora non sei....
ebbene si, mi spaventava come cosa, non sapevo se sarei stata in grado di stare con loro e di trasmettere a loro qualcosa.

Lo scorso weekend sono stata due giorni in montagna con il mio gruppo. E' stata un'uscita organizzata per concludere in bellezza l'anno di attività.
Però mica siamo andati in montagna per svaccarci e rilassarci....assolutamente no!
O meglio...ci siamo divertiti e questo era logico, però sono stati due giorni in cui abbiamo dato loro la possibilità di parlare di un argomento un pochino delicato...chiamiamola affettività se vogliamo!
L'idea di parlare di questo argomento, dico la verità, mi spaventava, non sapevo se sarei stata in grado di affrontare una tematica del genere (insicurezza e paura di non essere all'altezza...vi ricorda qualcosa?!?)
E poi va bè..ho deciso di lanciarmi in questa cosa, ovviamente con l'aiuto di altri educatori.

Ho deciso di scrivere questo post un po' perchè racconterei anche ai sassi di quanto io sia orgogliosa dei miei ragazzi e un po' perchè spesso si legge in giro che i ragazzi adolescenti sono superficiali, senza valori, delinquenti.....
E' sempre troppo semplice criticare e guardare ciò che di marcio c'è nella società in cui viviamo....troppo semplice puntare il dito contro qualcuno che ha poche armi per dimostrare quanto in realtà vale.
Sono qui a scrivere questo post perchè nessuno altrimenti saprà mai di quel gruppetto di dieci adolescenti che hanno passato insieme due giorni parlando di un qualcosa di molto personale e intimo e divertendosi come i pazzi!
Ero un po' perplessa nel proporre delle provocazioni un pochino forti, discussioni forse troppo private...
Ho trovato davanti dei libri aperti con la voglia sia di raccontare la propria esperienza sia di ascoltare quella degli altri.
Sono rimasta davvero colpita dalla quantità di pensieri che si nascondono dentro ad un adolescente in pieno fermento di ormoni.
Sembrano stupidi, ma non lo sono affatto :)

Ieri sera mi sono arrivati degli sms di ringraziamento da parte di alcuni di loro.
Ringraziamenti perchè hanno avuto la possibilità di parlare di un qualcosa di cui altrimenti chissà quando ne avrebbero parlato.
E' in quel momento che mi sono resa conto che abbiamo fatto davvero centro con le attività che abbiamo proposto.
Sono sicura che sono tornati a casa con un bagaglio enorme di nuove esperienze e di nuovi spunti su cui riflettere.
Sicuramente, però, non sanno quanto bene hanno fatto a noi educatori, hanno fatto a me, personalmente.
Io non sono una persona molto estroversa, io per prima credevo di trovarmi in difficoltà davanti a certi discorsi.
Non ho fatto altro che raccontare anch'io quello che pensavo a riguardo e man mano che raccontavo capivo che davanti a me non c'era qualcuno a cui non importava niente di quello che stessi dicendo, qualcuno che mentre parlavo pensava a quanto fosse gnocco il tipetto della corriera.
Davanti avevo degli occhi interessati, orecchie pronte ad ascoltare quello che avevo da dire e bocche che a fatica  e un po' di imbarazzo lasciavano scivolare fuori i pensieri un pochino più intimi.
Sono stati due giorni fenomanali davvero e mi rendo conto che non riesco a trasmettere la carica che mi hanno messo addosso questo gruppetto di ragazzacci monelli :)

Si aggirano tra di noi vestiti tutti uguali però vi assicuro che sono molto di più di un paio di converse.
Date loro la possibilità di parlare, provate ad ascoltarli veramente.
Sono un po' come le conchiglie, ruvide all'esterno ma se provi a tendere l'orecchio verso di loro hanno qualcosa di timido e delicato da sussurrare al mondo!


(scusate l'eccessiva romanticheria....ora sono pronta a mandar tutto in vacca con questa foto....visto che foto loro non mi sembra il caso di metterne, ne metto una mia e vi dico solo che ero diretta verso un pigiama party condito di discorsi uno più stupido dell'altro e rutto libero )


giovedì 17 maggio 2012

Foto di un pomeriggio di primavera (quasi estate)

Oggi pomeriggio sono andata a farmi un giro per i campi.
Sono fortunata perche pur essendo in paese mi bastano pochi passi per ritrovarmi in aperta campagna.
Avete presente quando avete semplicemente voglia di respirare? ecco...è la voglia che mi è venuta questo pomeriggio quindi ho sconfitto la mia classica pigrizia, ho messo a tracolla la reflex e sono andata a farmi un giro e a fotografare i papaveri e non solo!
Post finito........ :) 








 ..e voi le avete mai fatte le bamboline con i papaveri?

mercoledì 16 maggio 2012

Tentativo di rimorchio parte 4...forse Facebook serve a qualcosa!

Che io fossi sfiga...sfortunata in amore già lo si poteva immaginare... 
"Bè ma sarai fortunata in gioco.." no! nemmeno quello...
Bè insomma, parliamo di sfighe amorose, anche perchè qui è dove ho raccontato tutta la storia e qui deve continuare!
Vi ricordate del  Cippalippa?
Quel colpo di fulmine avuto al distributore del metano e le sucessive mail mandate dove lavora (racconto1)
Le risposte alle mie mail, e l'invito a trovarsi al distributore...invito che ho rifiutato perchè all'ultimo momento me la sono fatta sotto (racconto2)
Fino al capitolo finale di questa patetica trilogia che mi portava a pensare che la storia fosse conclusa definitivamente (racconto3)

ma.......

Ma mica è finita qui, la settimana scorsa è stato scritto un nuovo capitolo della saga "Tentativo di rimorchio" e gli daremo il titolo di: forse Facebook serve a qualcosa!

Dunque, saranno passate un paio di settimane ormai da quando, rintanata sotto le coperte, guardavo il mio cellulare per fare un giro tra i vari social network.
Approdo in facebook e vedo che un certo tipo CippalippaTheOriginal (il vero nome rimarrà segreto) mi chiede l'amicizia.
Io accetto, non avendo assolutamente abbinato la foto profilo al Cippalippa del distributore del metano.
Accetto più che altro per curiosità, per vedere chi fosse mai questo misterioso uomo!
La foto profilo non è un granchè, lui non lo conosco, domani lo elimino dalle amicizie!
......in realtà poi va nel dimenticatoio e entra a far parte di quelle persone che sono "amiche" su facebook ma che in realtà "e chi cavolo sarebbe?"
bene.......qualche giorno dopo cazzeggio beatamente su FacciaLibro e il suddetto CippalippaTheOriginal pubblica un qualcosa sulla sua bacheca e torna davanti ai miei occhi. Il pensiero è "spetta che adesso sono davanti al pc e rieco a vedere meglio le foto, vediamo se riesco a capire chi è"
Guardo le poche foto che ha nel suo proflo ma niente.....amici in comune neanche uno "ok, il solito sfigato che chiede amicizie a vanvera..."
E poi no che mi scappa l'occhio sulle informazioni.
Lavora presso: Cippalippa termoidraulica

NUUUUUUUOOOOOOOOOOOOOOO........è il Cippalippa!

Giuro non stavo nella pelle, poi un momento....
Data di  nascita: blabla/blabla/1990  1990 1990 1990 ma vaffanculo!

Guardo meglio la foto, cavolo si, effettivamente è lui! ma che bruttino che è......ma che cavolo avevo visto quel giorno?
e si che era una giornata di sole, avevo gli occhiali è vero ma......oh my god!

Nonostante questo mi sento di dovergli lasciare un messaggio privato, dopo tutto quello che ho fatto con le mail, almeno mi sentivo in dovere di chiedergli scusa.

Lancio il primo segnale : "hey...adesso ho capito chi sei..non è stato immediato ma alla fine ci sono arrivata....."
lui non è online ma il giorno dopo non tarda a rispondermi
"Se non mi sbaglio era la storia del distributore di metano..." (che cacchio vuol dire se non mi sbaglio?!?dai su...non fare il finto tonto va...)
"si..esatto!"
"ah bene....mi dispia per le email....tu che mi dici come stai... (non so perchè ma non mi va di rispondere....della serie ok, è stato un gioco, ho visto chi sei: troppo giovane, un pochino bruttarello..
devo farmi perdonare.... " .....e a quanto pare un chiodo pazzesco)
"io tutto bene dai.....si bè quella dell email è stata una follia effettivamente" (ammetto le mie colpe)
"assolutamente no hai fatto bene....se vuoi qualche sera andiamo a bere qualcosa in compagnia per farmi perdonare..." (O_o ma non è possibile, no veramente! Mi ero fatta un'idea sbagliata....se fossi davvero il Cippalippa per cui mi è venuto un colpo di fulmine mondiale ok, ma a quanto pare quel giorno ero sotto effetto di stupefacenti, vedi....a me piaceva quello la, tu assolutamente no! no ok non sono pazza, non posso dirgli che mi sembrava un figo pazzesco e a quanto pare di pazzesco c'è solo un enorme errore di valutazione..uno sbaglio, ho visto male.....e mo come me la cavo?)
"ah guarda..in questo periodo sono un pochino impegnata a dir la verità...se mai più avanti" (e chi ha orecchi per intendere intenda......gli altri in camper...[battuta del cavolo ma dovevo farla :D] )
"ok va bene...quando vuoi io sono sempre disponibile...."
 "ok..terrò presente!"
"mi raccomando ricordati però...."

..mi fa quasi tenerezza a questo punto però io non ho niente da spartire con quello li...non mi va di uscire con lui, assolutamente!
Però...quanto avevo sperato in questa cosa?!? tantissimo cavolo..! eppure ecco qua come è andata..questo credo sia veramente il capitolo finale a meno che non venga a scoprire che ha un fratello maggiore che porta il suo stesso nome perchè i genitori non hanno molta fantasia, che questo fratello maggiore sia un figo pazzesco e che lavorino entrambi nello stesso posto........della serie la speranza è l'ultima a morire...

L'ultima cosa che resta da chiedermi è: come diavolo ha fatto a trovarmi su facebook?
....come dite? sul mio indirizzo e-mail ci sono nome e cognome?!?!?!
...aaaaaahn...astuto! :)



mercoledì 9 maggio 2012

The Hunger games, un film che fa pensare!

Credo di soffrire di cinefilia cronica, faccio periodi in cui divoro un film dietro l'altro.
Nonostante il continuo aumento del prezzo del biglietto del cinema (a breve credo che ci troveremo di fronte a scene del tipo "un biglietto per il talfilmchevoglioassolutamentevedere" "terza fila laterale va bene?" "si si, va bene" "ok, appoggi qui il suo rene..grazie" ) non riesco a far a meno di andare al cinema...è una specie di droga.
Tuttavia non mi ritengo un'esperta, non credo di essere in grado di giudicare un film, ecco perchè nonostante sia al cinema una volta a settimana, qui sul mio blog non me la sento di recensire film....e non lo farò nemmeno ora.
Come avevo già fatto in precedenza con The Help sono qui a parlarvi dell'ultimo film che ho visto (ieri sera) perchè mi ha convinto talmente tanto che voglio scriverci sopra qualcosa.......

Tra tanti film mediocri, ieri finalmente ecco arrivare The Hunger Games.
Prima di tutto consiglierei di licenziare colui che ha ideato il trailer perchè assolutamente non rende l'idea...
Avevo appunto visto il trailer da qualche parte ma non mi aveva colpito per niente, ieri sera mi è stato proposto come film da guardare e sono andata ma senza tante aspettative.

Io credo di essermi follemente innamorata di questo film, tant'è che alla prima occasione ho in mente di tornare a vederlo!
Non so se sono in grado di raccontarvi la trama, questa mattina ho tentato di raccontarlo a mia mamma e ne sono uscita con una casino assurdo, però ci provo...
Anzi no, vi basti sapere che la protagonista Katniss si offre volontaria per uno spiettato gioco che da anni, per tradizione, si porta avanti.
Vengono scelti 24 ragazzi, dai 12 ai 18 anni, in rappresentanza di ogni distretto del paese.
Lo scopo di questo gioco, in sostanza, è sopravvivere, anche a costo di uccidere il ragazzo che ti sta accanto perchè se non o farai tu, probabilmente lo farà lui.
24 ragazzi, buttati in un bosco virtuale, un'arena dove alberi e bestie feroci vengono creati da una regia esterna, grazie ad una tecnologia decisamente avanzata.
Ovviamente non sono qui a dirvi come va a finire, e tanto meno spiegarvi nel dettaglio cosa succede nel film.
Volevo solo fare una piccola riflessione.
Questo gioco, violento e crudo, viene trasmesso sotto forma di reality show. Prima di entrare nel gioco vero e proprio, i ragazzi vengono trattati come star, partecipano ad interviste e su di loro viene creato una specie di "mito" .
Chi segue tutto questo sono gli abitanti di Capitol City, la parte ricca del paese, quelli che si permettono di vivere nel lusso più sfrenato e che si permettono, soprattutto, di giocare con la vita di 24 ragazzi!
Seguono in maniera morbosa questo gioco spietato e crudele, quasi come se fosse una corsa di cavalli, senza dar peso al fatto che chi perde muore!

Quello che mi ha colpito di più è proprio il fatto che la violenza viene passata come show. Vedendo il film il primo pensiero è che quella gente sia anni luce lontana da noi, si prova davvero una sensazione di schifo davanti a gente che gioca con la morte delle altre persone...però pensiamoci bene...
Quante volte al telegiornale vengono mandate immagini crude e violente?
Io ho ancora impresso l'incidente di Simoncelli, le immagini oramai le sappiamo tutti a memoria....per non parlare, sempre rimanendo in tema sport, dei numerosi video che riprendono dettagliatamente la morte sul campo di Morosini. La ricerca, agghiacciante, di andare a cercare nel dettaglio le espressioni del volto degli ultimi istanti di vita di una persona.
La morte di giovani ragazzi, sbattuta davanti ai nostri occhi , come uno show!
Siamo così sicuri di essere lontani dall'Hunger games?

giovedì 3 maggio 2012

Nel mulino che vorrei..i sex symbol parlano con le galline!

Come distruggere un sex symbol:

1. Andate a pescare una star di Hollywood, patria dei sex symbol per eccellenza
2. Levategli ogni tipo di segno particolare che possa ricondurre ad un personaggio da lui interpretato..che ne so..per esempio la maschera di zorro..
3. Privatelo di ogni tipo di fascino e aggiungetegli uno sguardo da tipico bacucco..
4. Trasferitelo in un mulino..
5. Fategli spalmare di cioccolato delle merendine..
6. Impeditegli di sputare in faccia ad un bambino, odioso come pochi, che dice "buonissima la semplicità"..
7. Ora..mettetelo su un tetto..
8. ...e fatelo parlare di biscotti con una gallina...

Non so voi..ma io ci sono rimasta malissimo...

Io ero rimasta che un divo di Hollywood dovesse fare il divo di Hollywood e basta.
Belli e impossibili, questo è il messaggio principale che attori e attrici lanciano dall'alto del loro super ego.
E' così che deve essere, passino gli sportivi, passino i cantanti, passino i personaggi televisivi da quattro soldi però gli attori di Hollywood, le STAR devono rimanere tali...loro sono quelli del red carpet, loro sono i nostri eroi, le nostre storie d'amore con la A maiuscola, le nostre lacrime, le nostre risate.....però non si possono toccare, raramente si possono vedere dal vivo ma è giusto così!
Se proprio proprio bisogna fare della pubblicità, bè allora fatelo con classe per piacere......per esempio così:

L'immagine di bello e impossibile rimarrà intoccata! ..questo è garantito!

Il primo a cominciare è stato George Clooney con la pubblicità del caffè. Tra le varie scenette più o meno divertenti lo vediamo scampare da morte certa proprio grazie alle sue cialdine di caffè. 
A farlo cadere dal gradino del bello e impossibile c'è però l'ultima della serie di pubblicità che lo vede come protagonista....George per l'Italia è diventato Mr. decaffeinato!

Sempre di caffè si parla, ma un'altra marca.
Vi ricordate Julia Roberts in "Monna Lisa smile"..? 
Bè in un certo senso che la bella attrice fosse legata alla storia dell'arte ce l'aveva già dimostrato con questo bellissimo film.....il destino beffardo ha voluto che proprio lei interpretasse un'opera d'arte...
Non è proprio Monna Lisa, ma comunque le va di lusso dovendo interpretare la Venere di Botticelli..niente di male se non fosse cha al suo fianco si sia ritrovata la coppia Bonolis e Laurentis impegnati in una scenettina comica.
Niente contro la pubblicità in sè per carità, però Julia Roberts abbasarsi a fare queste cose..no dai....!

...e da ultimo ecco qui arrivati a toccare il fondo: Antonio Banderas è il mugnaio del Mulino Bianco.
Se nei casi precedenti un minimo di dignità era stata mantenuta, qui proprio non ci siamo.
Antonio, tu eri la parte caliente di Hollywood e la gente ti apprezzava per questo.
Ora di calienti sono rimasti solo i biscottini che tiri fuori dal forno.

Io spero che dopo questa i sex symbol holliwoodiani vengano lasciati in pace.
No dico, visto che siamo nell'anno del centenario del Titanic magari dobbiamo aspettarci che Leonardo di Caprio faccia la pubblicità dei polaretti...

oppure......
Ultimamente andare in crociera sembra una Mission Impossible?!?..e allora perchè non chiamare proprio Tom Cruise come testimonial di un qualsiasi viaggio di una qualsiasi nave da crociera....lui, che la crociera ce l'ha nel nome!


no dico.....
e vi immaginate le Charlie's Angels parlare di fastidioso prurito intimo?


...come dite?!? forse sto esagerando...bè si, a dir la verità c'ho preso gusto...però, infondo, lo dice anche Gorge Clooney no?!?



Immagena.......

domenica 22 aprile 2012

Un anno con Redaz... :)

C'era una volta..io!
Io che nella vita ho avuto sia cose belle che cose brutte...io che purtroppo però nelle cose brutte mi ci infango fino al collo e faccio fatica ad uscirne!
C'ero io, un anno fa, presa da un leggero stato di tristezza e insoddisfazione.
C'ero io e mi sembrava che la vita pesasse tonnellate.
C'ero io e ho aperto un blog, non ho mai sentito il reale bisogno di scrivere in realtà, volevo solo imprimere da qualche parte quello che pensavo.
Ho aperto il blog per urlare al mondo cosa mi passava per la testa, ho cominciato a scrivere per non tenermi tutto dentro. Il mio urlo era silenzioso, e non era indirizzato a nessuno in realtà.
Ho aperto il mio blog senza sapere cosa sarei riuscita a trovarci dentro.
Un bel giorno (il 14 marzo 2011) una blogger comparve tra i miei commenti....il suo avatar era assolutamente snob..
Una donnina magra impicca, con le gambe lunghe un chilometro, la schiena filiforme e dei tacchi da urlo...irritante da matti!
Il vero nome di questa nuova follower non lo so poichè si nasconde dietro al nomignolo di Redazione.
Nonostante il suo blog sia dannatamente rosa e ci sia questo suo avatar irritante spiattellato sulla destra dello schermo del pc, decido di dare un'occhiata in giro per vedere cosa può scrivere di interessante una fighettina da quattro soldi.
Scopro che questa ragazza ci sa fare davvero, scrive meravigliosamente bene, e mi leggo un paio di post tutti d'un fiato!
Caspita...non credevo si potesse scrivere così bene....rimango rapita..giuro!
Passano pochi giorni e questa misteriosa donzella pubblica un libro e, visto che il suo blog rosa mi piace tanto, voglio assolutamente averlo.
Mi metto in contatto con lei per sapere come fare ad averlo e lei è così gentile che mi propone una colazione sul lago per farmelo avere di persona...così scopro che non abitiamo poi così lontane!
Io però non ho assolutamente intenzione di trovarmi da sola con lei, io sono una persona timidona a dir la verità e se l'avatar rispecchia quello che è in realtà, mi troverò davanti ad una stangona, stragnocca con la puzza sotto il naso a fare colazione e a sperare che se ne vada al più presto.....insomma, se mi piace come scrive non è detto che possa piacermi anche come persona no?!?
Rifiuto l'invito, ordinerò il libro online...
Passano i giorni, il libro arriva e lo leggo tutto d'un fiato..non si può fare diversamente....è scorrevole, divertente ma allo stesso tempo intrigante e piacevole! mi piace..mi piace un sacco...
Arriva il 22 Aprile e con questa data anche il tanto atteso concerto di Nek, proprio a Padova!
In realtà mi era dispiaciuto rifiutare quella colazione, e quindi decido che, siccome sarei andata con le mie amiche, avrei potuto proporre un aperitivo alla misteriosa Redazione prima del concerto.
Eravamo io e tre mie amiche contro di lei....se fosse stata la persona più brutta del mondo l'avrei neutralizzata....piano perfetto no?

Ed eccomi quindi, esattamente un anno fa, seduta ad un tavolino di un bar di Padova ad aspettare la Redazione..
Come sarebbe stata? con quell'avatar sicuramente antipatica da morire...
E poi eccola arrivare, finalmente..l'unica persona che arriva da sola e che si guarda intorno..non poteva essere che lei anche se la guardo due volte prima di avvicinarmi!
E'....è normale! oddio che sollievo...non è assolutamente come quella fighetta del suo avatar.
Passiamo un'oretta al bar, si parla di tutto e di niente..e con un lieve imbarazzo.
E poi arriva l'ora del concerto e la saluto....sapendo che probabilmente non l'avrei più rivista!

...poi non so esattamente in realtà cosa sia scattato, abbiamo cominciato a scambiarci cavolate su twitter (epica quella delle foto dei pigiami).
In realtà penso che la vera molla sia scattata a luglio, quando mi è stata vicina in un momento non proprio felicissimo: io mi sfogavo con lei e lei mi ascoltava e mi dava i suoi consigli!

..e insomma è nata così, un po' per caso.
Come ho sempre detto anche a lei, non è che mi servisse una persona come lei nella mia vita ma adesso che c'è so che mi sarebbe sicuramente mancata!

Ci siamo riviste a fine agosto, dopo aver creato insieme anche L'ora della verità .
Giuro che nemmeno dopo quella volta avrei detto di rivederla ancora.
Il fatto è che mi sono vista dentro ad un'amicizia che aveva dell'impossibile..una persona che nemmeno conoscevo, una persona che abita a cento chilometri di distanza...insomma, chi me lo faceva fare di rischiare e buttarmi in una cosa del genere?
Sentivo che in realtà mi stavo già affezionando a lei tantissimo e che non mi andava di prendere una delusione...
Eppure piano piano ho deciso di buttarmi, io che nella vita non mi sono mai buttata in situazioni in cui non avessi un minimo di certezze.
Mi ricordo una sera, finito il lavoro, in cui avrei voluto chiamarla ma non l'ho fatto perchè insomma....magari la disturbavo, magari stava facendo dell'altro..e poi chi sono io per chiamarla e chiederle come è andata la sua giornata!
Alla sera l'ho sentita in chat e mi ha detto che anche lei avrebbe voluto chiamarmi..da quella sera ci siamo promesse di seguire l'istinto, perchè infondo, non c'era niente di male nel farsi una nuova amica!

E così abbiamo cominciato a sentirci sempre più spesso online, sia in chat che mandandoci lunghe email. Una telefonata ogni tanto e poi, assolutamente indispensabile, abbiamo cominciato a vederci più spesso anche "dal vivo".

Mai sarei riuscita a continuare un'amicizia senza avere il riscontro di persona, potevo affezionarmici, ma avrei fatto fatica a chiamarla amica....
E invece amica è proprio quello che è diventata!
Un'amica con cui mi ritrovo nei discorsi, un'amica che pur essendo lontana sento vicinissima, un'amica con cui so di non poter passare da casa sua per uno spritz, o per un breve salutino, ma che nonostante tutto c'è!
Un'amica speciale, un'amica che non credevo di poter avere.
Eppure c'è, e se all'inizio questa cosa mi lasciava perplessa ora so che è un splendida realtà sulla quale posso contare.

Ho aperto il blog senza sapere cosa volevo in realtà, ho aperto il blog e mi sono trovata una persona meravigliosa tra le mani.
Nella vita ho sempre fatto fatica a buttarmi nelle situazioni nuove, con lei l'ho fatto e sono contenta di avere osato.

E ora siamo qui, in chat online, con uno spritz a testa davanti e a brindare virtualmente perchè , l'anno scorso, ci siamo viste per la prima volta!

Ho scritto questo post perchè il mio blog è strettamente personale, perchè oggi mi va di ricordare questa cosa, mi va di raccontarla al mondo, a chi leggerà questo post.
Ho voluto raccontare la storia di un'amicizia nata un po' per caso e un po' perchè per caso nella vita non c'è proprio nulla.

...e a te, socina, che leggerai questo post dico che l'ultimo anno senza di te sarebbe stato sicuramente diverso
Tu che, nel bene e nel male, influenzi le mie giornate.. :)
Solo Grazie, nient'altro....con la speranza di essere ancora qui il prossimo 22 aprile, con tantissime altre cose da raccontare e ricordare.
Grazie :)



Volevo ringraziare anche i nostri sponsor per aver reso possibile la continuazione della nostra amicizia:
Autostrada A4 Milano-Venezia, Aperol, Campari, Blogger,Google Chat, Google Mail, Twitter, Bartolini, Loboutin, Pizza e Terra di Mezzo.
Un ringraziamento speciale anche allo Zio Ken!

sabato 14 aprile 2012

C'ero anch'io.....(e grazie al c***o)

Spolverare.....ma che esperienza traumatica!
Per la polvere?!? no.....
Per la fatica?!? ma certo che no....
Per il pensiero che tanto tra due secondi la polvere si poserà di nuovo, bastarda come pochi? ...sss...iii....no no nemmeno per questo!
Per cosa allora?

Io non so voi, ma quando spolvero in camera mia, e non si parla di una spolverata veloce ma di quelle che vai a finire in angoli che nemmeno sapevi di avere, capita che dalla polvere riemergono ricordi!
Ogni ninnolo, ogni soprammobile..tutto ciò che prendi in mano ha un suo perchè e una sua storia......regali, ricordi di una vacanza tua o un ricordino portato da un amico da qualche posto esotico .
E poi ci sono, sulle mensola là in alto, quelle scatole che contengono tutte quelle cose che vorresti buttare via ma che non hai il coraggio di farlo perchè, alla fine, ci sei affezionato.
Ho aperto una di quelle scatole stamattina e dentro c'erano queste...


 Le mie medaglie!

Si perchè..dovete sapere che io sono stata una grandissima sportiva fino a qualche anno fa (quel qualche è travestito da 13-14 anni fa)
Quando andavo alle scuole medie ero un'atleta vera e propria!
Forte nella corsa, sia nelle prove di resistenza che in quelle di velocità, me la cavavo con salto in lungo, lancio della pallina e salto agli ostacoli ma la mia disciplina preferita era il salto in alto!
Ero la più brava della scuola, giuro eh..non lo dico tanto per vantarmi!
Saltavo più in alto di tutte le altre ragazze della scuola e questo faceva di me la migliore no?!?credo funzioni così...
Tutte quelle medaglie arrivano da corse campestri, giornate sportive con la scuola e...va bè qualcuna anche dal calcio.
Primi posti, secondi e terzi....c'è di tutto li dentro ma........
Una......una è quella che..
Che vale più delle altre?!? no....
Che ricordi con particolare entusiasmo?!? ma certo che no....
Che è stata sofferta ma ti ha dato tanta soddisfazione?!?  ...sss...iii....no no nemmeno per questo!
e quindi?
Una è quella che credo abbia sigillato l'inizio della fine della mia carriera sportiva.

Ho fatto un sacco di gare di atletica e spessissimo mi sono beccata un quarto posto.....c'è qualcosa di più brutto di un quarto posto?
Credo che preferirei il quinto o il sesto.....ma il quarto..il quarto è terribile perchè significa avercela QUASI fatta!
Vi dicevo...ero la più brava nel salto in alto e questo mi ha permesso di andare a sfidare le altre ragazze venete in questa disciplina...
Già...gara a livello regionale..una delle gare più ad alto livello che io avessi mai fatto.
Mi ricordo che mi piaceva tantissimo saltare in alto, e mi ricordo anche quanto era brutto buttare giù quella maledetta asticella.....
In tre ragazze sono state più brave di me e io mi sono classificata quarta.....eh già..chi l'avrebbe mai detto, ma questo era niente!
Chiamano sul podio le prime tre, che vengono medagliate, fotografate e applaudite...e poi dalla quarta alla decima danno una medaglia....questa:



Un quarto posto e una medaglia con scritto "c'ero anch'io"
No dico..se ci scrivevano sopra "poaro mona" era tanto uguale....o sarebbe stato brillante scrivere "l'importante non è vincere..."
Cioè già ti rode non essere arrivata sul podio, se poi ti danno una medaglietta del genere è roba da infilare il cordoncino nell'indice, farla roteare il più forte possibile per poi scagliarla in fronte all'organizzatore della gara, o a chi ha pensato a quella medaglia!

Credo che da qui dovevo capire che la mia carriera sarebbe stata un disastro......ho tradito l'atletica per il calcio ed è stato qui che ho appeso definitivamente l'attività sportiva al chiodo assieme a tre legamenti e menisco.....ma questa è un'altra sotoria!



P.S....oggi ho fatto la cosa più minkia che potessi mai fare....e l'ho fatta a 25 anni!
Sono andata in un negozio di scarpe con una mia amica e.......ce le siamo comprate uguali...yeah!
Facciamo troppo ridere a girare insieme adesso.... :D
(hai visto che l'ho scritto?!?)

sabato 7 aprile 2012

Si parla di...ciclo!

..se sei un uomo e sei capitato in questo post clicca qui lo troverai sicuramente più interessante....

se invece sei una feminuccia continua a leggere perchè dobbiamo parlare di...ciclo!
si...propio quel ciclo, quello che ogni mese penso che la cosa poteva anche essere gestita meglio, in quella che è la perfezione del meccanismo umano qui mi dispiace ma qualcuno deve aver sbagliato qualcosa nel progettare le femminucce...
Ve bè insomma...ciclo!


Io sono abbastanza puntuale, anzi diciamo molto puntuale nei miei 26 giorni....ebbene si, le mie anticipano  e può anche starmi bene, non c'è problema...se non fosse che...
Ragazze ma anche voi pensate che abbiano un'intelligenza?
Guardate che per me sta diventando una certezza eh.....
Non è possibile che tutte le sante volte che devo far qualcosa  di importante nei giorni papabili loro tac..arrivano!..anche con 4-5 giorni di ritardo o anticipo....so che è molto dolce tutto ciò, ma io non è che muoio dalla voglia di averle tra i piedi (...avrei una battuta che.....no, va) dicevo, tra i piedi nei momenti importanti!
Vacanze: tac è un classico!
Sabato al lago: tac è un classico!
Sabato in generale: tac è un classico!
Capodanno: tac è un classico!
mese scorso.... Matrimonio: tac è un classico!

eh che cavolo..mai una volta che si facciano gli affari loro....

Pasqua: tac è un classico!
ma se avessero rispettato i 26 giorni sarebbero arivate martedì....e allora ora di Pasqua e Pasquetta sarei stata tranquilla..invece no!
Sono arrivate puntuali perchè è Pasqua e sono venute a rompere le uova....

ok vi lascio il tempo di ridere per questa battuta XD



Dicevo.....sono arrivate proprio giuste giuste ma...come sono arrivate?no perchè questa ve la voglio raccontare:
Giovedì mattina ho cominciato la giornata scrivendo su twitter:

e quindi?direte voi......
Ho sognato che ero di fronte ad una statuina della madonna e questa ad un certo punto ha cominciato a piangere sangue....sono corsa dalla mia famiglia per chiamarli e per portarli a vedere cosa stava succedendo ma nel momento in cui si trovavano di fronte alla statua, questa appariva normale. Mi lasciavano li, tutta sola e dandomi della fanfarona, ma nel momento in cui mi ritrovavo di nuovo sola con la statua questa cominciava di nuovo a piangere sangue...!

Vi dirò che come sogno non mi ha lasciato indifferente, l'ho raccontato ad un'amica e lei con tutta la tranquillità del mondo mi ha detto "dovranno venirti le tue robe.."
Giorno dopo...tac arrivate!
E c'era bisogno di scomodare la madonna?!?

Che senso ha questo post? non lo so, volevo semplicemente chiedere a voi femminucce se anche a voi danno l'impressione di avere un'intelligenza propria...! per tranquillizzarmi ecco....

detto questo colgo l'occasione per augurarvi una
BUONA PASQUA 
e anche Pasquetta dai.....

...e auguri anche a te uomo che sicuramente il post te lo sei letto tutto comunque :)

martedì 3 aprile 2012

Il mondo va veloce e tu stai indietro...

Devo dire che nonostante Tiziano Ferro mi faccia schifo, spesso se ne esce con delle frasi che faccio mie. Quella che mi piace di più in assoluto e che spesso tiro fuori è : "..Se non uccide fortifica..."
Ma non è qui che voglio andare a parare, la frase che prendo in prestito questa volta è "...il mondo va veloce e tu stai indietro..."
E' un po' come mi sento ultimamente, che poi, sempre rifacendomi al mondo musicale, mi sembra di essere la sesta Spice Girls nel video 2become1 dove le ragazze speziate si muovono con movimenti lenti in mezzo al traffico che al contrario sfreccia velocissimo!
(e beccatevi il video che ascoltare le Spice male non fa...)


..e io sono un po' così...
Non so, mi sento come se tutto fosse troppo veloce per me, come se non riuscissi a tenere il passo con il resto del mondo, come se fossi in perenne ritardo!
Che poi il ritardo scorre nelle mie vene come in quelle dei brasiliani la capoeira, ma finchè è ritardo fine a se stesso non c'è nulla di male, voglio dire...c'è pieno di gente ritardataria ma felice e in pace con il proprio stato psico-fisico.
Io sono in ritardo al lavoro sempre e comuque, sono in ritardo agli appuntamenti, ma quel che è peggio mi sento in ritardo con la vita.
In ritardo con le decisioni, in ritardo con gli amori...troppo tardi mi sono resa conto di cosa pensavo e di cosa provavo..adesso sono qui a rodere e sperare che qualcosa cambi quando io la mia occasione già l'ho avuta!
Ho come l'impressione di non riuscire a trattenere questo tempo che corre troppo veloce, ho il terrore di trovarmi "grande" e non essere un bel niente...
Ho paura di trovarmi vestita con converse e felpa in un mondo che già porta tute di alluminio che catturano raggi solari e li trasformano in energia elettrica!
Ho paura di cominciare a mangiare sushi quando tutti già mangeranno topinambur perchè fa figo...

Non lo so.....pensate che già da due o tre settimane nella mia zona è stato tutto un fiorire di pesco.
Non so se avete tutti presente come sono belli i peschi in fiore, bè qui da noi il paesaggio diventa rosa per tre, quattro settimane, non di più perchè poi le piante sfioriscono.
Quante volte mi sono detta "Dani esci a fotografare i peschi in fiore..."
Ci sono andata si, quando ormai stavano sfiorendo






Ecco..per favore rallentate perchè io.....PANT PANT PANT.....non ce la faccio a starvi dietro!