giovedì 9 dicembre 2010

Sarai il mio ombelico...

Uno dei passi decisivi verso l'autonomia è il taglio del cordone ombelicale psicologico.
Questa operazione può essere avvertita come un'esperienza molto dolorosa e difficile da compiere.
La presenza del cordone ombelicale simboleggia uno stato di forte dipendenza nei confronti della figura materna e del vissuto infantile.
Volersi bene implica la decisione di recidere i soffocanti condizionamenti derivanti dall'infanzia, per tornare a nascere alla luce del «vero sé».


Per il mio nuovo post ho dovuto spulciare i siti "per mamme" e quello che ho trovato è esattamente quello che stavo cercando.
Il legame che si crea tra mamma e figlio con il cordone ombelicale è di assoluta dipendenza.
Può crearsi questo legame anche in un'amicizia, lo so, lo sto provando.
Quanto è giusto però mantenerlo? si parla di un legame forte ma allo stesso tempo morboso e fragile.
Ho voglia di tagliare questo cordone che ci tiene legate, il che non vuol dire perderti ma avere tra noi il  "vero sè".
Ho voglia di respirare aria nuova intorno a noi, più pulita e pura.. aria vera...
Voglio averti vicina non perchè c'è un cordone che ci tiene legate ma perchè le nostre strade sono parallele.
Non basta prendere la forbice e tagliare, bisogna fare il taglio psicologico.
Per troppo tempo ti ho tenuta legata a me soffocandoci, non è stato giusto per me e neanche per te.
Sarà doloroso ma necessario, so che farà bene a entrambe.
Tagliamo, cercherò di farlo.
Non cambierà nulla, solo ti lascerò andare rimanendoti vicina.
Ci sarà comunque il nostro ombelico, la cicatrice tua, indelebile che avrò con me per sempre, quel nodino che è legato e che mai si slegherà.





1 commenti:

Giulia Giarola ha detto...

che bello questo post... :) mi piace molto ciò che hai scritto!

Posta un commento