giovedì 25 novembre 2010

Il tempo va passano le ore...

La scena è questa, sono le 8.15, sai che alle 8.20 dovresti partire da casa per andare a lavorare, ma sei sicuro di quei 5minuti che ti rimangono, sicuro di fare in tempo a metterti la crema, fare ultima tappa sul water, guardarti un po' allo specchio, metterti le scarpe, cercare le chiavi e partire...
Ti metti la crema, fai l'ultimo goccino di pipì, ti guardi allo specchio (ultimi ritocchini), guardi l'ora e sono le 8.22, corri a metterti le scarpe, a cercare le chiavi e esci di casa alle 8.25 e mentre raggiungi la macchina ti chiedi" ma quei 5 minuti in più, dove cazz....."
Poi c'è il traffico, la nebbia, le lumache per strada e arrivi al lavoro sempre e comunque in ritardo. Per fortuna sono tra i pochi che non devono timbrare il cartellino se no sarei sempre e comunque nella cacca.
Succede che in 10 minuti ne hai 5 di ritardo, ora prendiamo i 5 minuti e rapportiamoli a una vita. Per fare tutto servirebbero giornate di 30 ore probabilmente, ma se fosse veramente così qualcuno troverebbe comunque il modo di riempire anche queste 10 ore in più.
Hai mai fatto il conto di quanto tempo libero hai a disposizione?
Io mi sveglio alle 7.30, mi preparo, alle 8.25 esco di casa, alle 8.35 sono  al lavoro fino alle 12.30, alle 12.45 sono a casa per la pausa pranzo, mangio e alle 13.05 comincio il mio sonnellino che finisce alle 13.35, alle 13.50 parto per tornare al lavoro, comincio alle 14.00 e finisco alle 18.00, che poi sono le 18.15 quando va bene, torno a casa alle 18.30, mi faccio la doccia e arrivano le 19.00, preparo la tavola e cazzeggio/guardo l'eredità, 19.30 ceno, alle 20.30 mettendoci dentro anche lo sparecchiare finisco di cenare, alle 23.00 vado a letto!
Dalle 20.30 alle 23.00 è il mio tempo libero= 2 ore e mezza sono il 10.4% delle ore della giornata....perchè?
Perchè una persona non può praticamente avere tempo libero? Io sconsiglio a chi è mamma di fare questo conteggio,a chi ha una famiglia o un doppio lavoro perchè la percentuale si ridurrebbe sicuramente di molto.
Ieri sera sono dovuta uscire dal bunker in cui lavoro per buttare via delle cose, erano le 17.30 e il cielo era meraviglioso. Era l'ora del tramonto, un cielo che partiva rosso, andava sui toni del blu e poi si disperdeva nel nero della notte. Perchè, se io non fossi dovuta uscire per caso, devo perdermi questo?
Qualche mese fa ho comprato il macchinario per fare step a casa, ero partita bene, facendolo tutte le sere quando possibile.
Ora è subentrato l'impegno di costruire il presepe quindi il mio tempo libero è finito tutto li.
Mia mamma mi ha detto parole perchè come tutto, anche lo step l'ho preso ed è finito in un angolo della casa (così come la chitarra).
Io non ho tempo, non ho tempo per fare tutto quello che vorrei.
Voglio provare ad alzarmi mezzoretta prima la mattina per provare a fare step prima di andare a lavorare.

Hai mai guardato il quadro di Dalì "Orologi  molli"...?
Eccoli li il tempo che si scioglie, che fugge via, che ti cola dalle mani, e se vuoi tenertene un po' per te come nell'orologio chiuso nell'angolo a sinistra, ecco che un branco di formiche sono pronte ad intaccare anche quello!

2 commenti:

Barbara ha detto...

Mamma mia, Dani... Ci penso ogni istante al poco tempo che ho per tutto... che tristezza!

Dani ha detto...

il problema è che non c'è soluzione

Posta un commento