martedì 15 novembre 2011

"L'uomo è un animale?" .......mettiamo un po' di chiarezza!

Scrivo questo post come risposta al mio post precedente e siccome mi piacerebbe che fosse letto (almeno da chi ha risposto al mio precedente post) penso che così sia più visibile, mentre se magari scrivessi un semplice commento andrebbe preso poco in considerazione!
Voglio lasciare un commento che riesca anche a chiarire eventuali dubbi che ho letto leggendo le vostre opinioni!
Prima di tutto devo dirvi che leggere i vostri commenti mi ha lasciato un po' di amaro in bocca misto a delusione ma non tanto per quello che avete scritto ma per come è stato scritto da alcuni di voi!
Partiamo dal presupposto che è una domanda che non ha risposta certa e insindacabile pertanto ogni risposta è valida in quanto frutto del pensiero di una persona che ha idee proprie!
Ho trovato deludente il fatto che qualcuno non abbia avuto la decenza di mettere nel proprio commento dei "credo che" oppure "io penso" spacciando invece la propria idea come verità assoluta!
Mi ha dato molto fastidio chi ha detto che il mio ragionamento non rimane in piedi solo perchè fondato sul discorso dell'anima che non è scientificamente provata e con questo il mio ragionamento non è valido...
Cari ragazzi, io avrei anche potuto basare tutto il mio ragionamento sull'esistenza dei barbapapà, chi siete voi per avere la presunzione di dire che il mio ragionamento non regge solo perchè i barbapapà non esistono?.....magari, se ragiono così, è perchè credo in quello che dico!
Ho provato un po' di amarezza anche nel leggere che ho avuto coraggio a scrivere questo post, manco fossi andata di rossonero vestita a urlare "forza milan" nella curva dell'inter!
Non volevo iniziare una crociata e non è nemmeno con questo secondo post che voglio iniziarla....
Permettetemi di chiarire il mio pensiero sulla domanda "L'uomo è un animale?"....
Sia ben chiaro, io non metto in dubbio che gli animali abbiano capacità straordinarie. Mi avete scritto del canto della balena e son d'accordo come sono d'accordo con chi dice che anche gli animali provano le emozioni più elementari come la paura, la rabbia, la felicità o il piacere! e ci mancherebbe, non sono mica qui a dire che sono robottini che ci vivono accanto!
Io dico solo che l'uomo ha quel qualcosa in più che gli animali non hanno....sentimenti forse un po' più nobili!
Non credo, per esempio, che l'amicizia e l'amore siano dettati solo dall'istinto.....vedo attorno a me gesti d'affetto che non posso credere siano solo dettati da bisogni "animali"!
Un'altra cosa che un po' mi ha amareggiata è questo bisogno dell'uomo (e lo leggo dai vostri commenti) di dover dare un nome a tutto, di avere tutto sotto controllo e se qualcosa non è scientificamente provato non esiste! Dobbiamo per forza darci un nome? mettiamoci nella scala degli animali allora, ma non mi ci sento proprio perchè mi sento diversa da loro in quanto, come ho detto prima, abbiamo qualcosa di più oltre ad una intelligenza e capacità maggiori!
Ma questa è la mia opinione....
Un 'ultima cosa, a chi ha detto che l'anima non esiste solo perchè non è scientificamente provata.....Fate uno sforzo di alzarvi e andare davanti allo specchio...vedrete qualcosa che, aimè, per la scienza è un limite ovvero voi e la vostra vita!
Fino a prova contraria la scienza non è in grado di creare una vita artificiale...può clonare, può copiare, può andarci vicinissimo eppure non è in grado di creare una forma di vita anche piccolina...eppure noi ci siamo, siamo qui!
Non è forse il caso di pensare che la scienza arriva fino a dove arriva il pensiero dell'uomo e che forse, dico forse eh, c'è anche qualcosa che non riusciamo a spiegarci ma che magari, comunque,  esiste........?!?

19 commenti:

Filippo ha detto...

Continuo a sostenere che l'anima non esiste, e non perché sia una mia idea Dani, per questo non ho potuto dire "credo che" o "secondo me".

L'idea dell'anima è stata creata, dall'uomo. Non esiste in Natura, non l'abbiamo osservata, l'abbiamo plasmata per come piaceva a noi. Quando dico che non è scientificamente provato dico che per esempio, in passato, abbiamo osservato i fulmini e in seguito abbiamo scoperto che sono scariche elettriche. Se chiedi a qualche greco del I secolo a.C. ti dirà che i fulmini sono armi e castighi scagliati da Zeus...
E' un esempio banale secondo te?

Per l'anima non potremmo dire la stessa cosa. E chi l'ha mai osservata?
L'uomo l'ha creata per come gli serviva proprio per differenziarsi, per elevarsi presuntuosamente a un livello che ha sempre ritenuto superiore.
Siamo su questa terra esattamente come tutti gli altri, come nasce l'ape nasce il bambino, come nasce il vitello nasce la bambina.

La scienza può sempre fare passi avanti e scoprire qualcosa di nuovo, ma credimi, le credenze religiose non faranno mai passi avanti. Al massimo riusciranno sempre ad affossare, un poco, quello che il progresso realizza.

Tu sei liberissima di credere anche nei Barbabà, negli unicorni, nell'anima e nella pentola piena d'oro ai piedi dell'arcobaleno, ma pecchi di "universalità" quando vorresti sostenere delle prove con uno di questi argomenti.
Permettimi dire che offendi la mia intelligenza (di uomo comune, di essere umano, di amico, di tutto quello che vuoi) quando dici "noi umani siamo diversi perché abbiamo l'anima".

E credimi, noi umani non abbiamo sentimenti più nobili. Siamo gli animali più brutti, cattivi e irresponsabili che la Natura abbia mai creato. :)

Un abbraccio

Il tuo unico Phil, senz'anima. :P

Dani :) ha detto...

Sono pensieri Fil....pensieri che fai in base al tuo credo, alle tue idee, al tuo vissuto e alle tue esperienze! Quello che non mi va è passarle per verità assoluta davanti a questioni che verità assoluta non hanno....io ho la mia idea, tu hai la tua...è così difficle?

Filippo ha detto...

no che non è difficile, ma se dobbiamo confrontarci dobbiamo farlo su un terreno comune. E un terreno comune è un terreno fatto di cose verificate, in questo campo non posso esistere religioni e credenze.

Questo è quello che penso=)

Alice ha detto...

Come ti ho scritto ieri in privato, non sono rimasta allibita per il fatto che tu creda nell'esistenza dell'anima o di altro, sono atea, non sono stata battezzata e per questo sono una "bestia rara" (perdona la metafora) fra le persone che conosco.
Quello che mi ha stupita, come ti ho ribadito, è il fatto che tu non consideri l'uomo un animale, per come sono cresciuta io, sin dalle elementari mi è stato insegnato che discendiamo dalle scimmie. Punto. Non mi sono mai posta il problema di supporre che non fosse così, perchè ho avuto la certezza tangibile, udibile e visibile che la situazione è questa, durante il corso della mia vita, le persone che mi circondano (atee o credenti) hanno sempre pensato, detto e ribadito che l'uomo è un animale.
Sostenere il contrario per me è come dire che un pezzo di carta è fatto di gelatina (esempio cretino)...non è così, perchè noi sappiamo con certezza quali sono gli elementi che lo compongono in realtà.

Redazione ha detto...

Cara socia, non che tu abbia bisogno di essere difesa da qualcuno, ma mi sento di dover concordare con te. Non sul fatto che l'uomo non sia un animale, perché sai come la penso, ma sul diritto di ciascuno di dire la propria, con toni pacifici.
Tu hai espresso la tua opinione, come hai diritto di fare. Hai parlato di anima e non mi sento di dire che l'anima non esiste.
Se mi posso permettere di dissentire con chi è certo che l'anima non esista, ricordo che anche tutto il nostro universo si basa su corpuscoli (atomi) che nessumo ha mai visto, ma dei quali si vedono alcuni effetti e pertsnto si suppone siano veri.
Andiamoci coi piedi di piombo, quindi, soprattutto dal momento che forse dobbiamo ammettere di non saperne abbastanza.
E cara socia, te l'ho già detto in privato ma te lo ribadisco pubblicamente: se ti ho scritto che avevi fegato a pubblicare certe opinioni, era perché sapevo che avresti scatenato questo tipo di reazione. In ogni caso sappi che te l'ho scritto con stima, perché hai avuto il coraggio di cantare fuori dal coro.
Detto questo, ciascuno rimanga della propria idea. Non saremo certo noi a risolvere su blogger la questione dell'esistenza o meno dell'anima, no?

ImperfectWife ha detto...

Dany, per quel che può contare la mia opinione, io sono perfettamente d'accordo con te!! Amo gli animali, ho una cagnetta e una gatta che adoro, ma penso che l'uomo abbia quel qualcosa in più, ciò che se vogliamo possiamo chiamare anima. Non è detto che quest'anima sia per forza buona, anzi, ma c'è.
Mi fa un po' tristezza questo pensiero del nuovo millennio che considera inesistente ciò che non si può toccare con mano... Ci sono cose che non si vedono ma si sentono. Credere di sapere tutto è l'errore più grande che si possa fare.
Rispetto chi non ha una fede religiosa, ma in molto disfattismo che circola al giorno d'oggi vedo un'incapacità di guardare oltre il proprio piccolo e limitato mondo.

Isabel ha detto...

Non ho letto il post precedente, quindi mi scuso se rischio di dire cose che sono state già dette. Sicuramente è una domanda che non ha una risposta certa. Penso che forse dipende in quale prospettiva guardiamo la cosa: in teoria ciò che ci distingue dagli animali è il ben dell'intelletto e la parola. Però pensando a certi "soggetti" che conosco, mi viene ben difficile distinguerli da un qualsiasi animale, anzi mi pare pure più intelligente l'animale! Quindi credo che alla tua domanda si possa rispondere con un dipende; dipende quale essere umano prendiamo come esempio concreto della nostra risposta :)

Paòlo ha detto...

Secondo me rispetto agli animali abbiamo un'anima e la capacità di ragionamento. Gli animali hanno l'istinto. Poi però sui sentimenti, non so oggi quanta distanza ci sia, a volte si dimostrano più amorevoli e fedeli certi animali di certi uomini, questo perché l'uomo ha sentimenti cattivi come l'odio, ha idee di voler sovrastare gli altri uomini per potere. Queste fregnacce nell'animale sono più limitate, è vero che anche loro si scannano per il territorio, però è a causa dell'istinto. Noi abbiamo la ragione ma non sempre la usiamo e come cani facciamo la guerra per il territorio.

Filippo ha detto...

Mi sento di rispondere a Taccodieci:
gli atomi li abbiamo visti eccome. Democrito nel IV secolo a.C. PENSAVA che esistessero, nel '900 li abbiamo finalmente osservati, toccati e, solo successivamente, abbiamo costruito delle teorie che modellizzano adesso il mondo in cui viviamo. Compreso questo spazio virtuale sul quale stiamo discutendo.

Se avessimo modelizzato rispetto l'anima, ahimé, ho come il dubbio che non saremmo qui a parlarne. :)

Quindi, ribadisco quella che secondo me è una cosa certa e universale, per dimostrare qualcosa bisogna parlare di questioni verificate.

Non sono disfattista, non dico che l'anima non esista. Dico solo soltanto che l'anima non può essere il discriminante secondo cui dividere uomini e animali, proprio perché frutto di una fantasia.


Abbracci!

coldheartdunther ha detto...

Dubito sia tanto una questione d'opinioni quando si parla di scienza, di domande precise che necessitano di risposte altrettanto precise.
Poi sei libera di credere in quello che ti pare, ma ciò non lo trasforma automaticamente in verità. Continuare a dibattere sull'anima mi sembra inutile, anche perché qualcuno, nei commenti, ha già avuto la voglia di esporre in dettaglio la questione.

Se mi guardo allo specchio vedo un essere umano, niente di più, niente di meno.
La scienza non è in grado di creare una vita artificiale (ancora?), quindi? Non vedo il nesso, la vita per come la conosciamo si genera tramite ben altri processi logici.
Che esistano cose che non riusciamo ancora a spiegare è vero, ma anche qui non vedo il nesso.

Comunque una piccola nota personale: io sostengo che, un giorno, proprio grazie alla scienza, potremo smettere di essere animali e diventare qualcosa di più, o semplicemente di diverso; o quantomeno, ci spero.

Redazione ha detto...

@Fil ma anche agli altri:

Ammetto la mia ignoranza rispetto all'atomo. Quando andavo a scuola (oddio, ora mi sto sentendo decrepita!) questo mi disse un mio insegnante. E' evidente che la scienza da allora ha fatto progressi che francamente ignoro.
Tutto in ogni caso per dire che se l'uomo non si fosse chiesto "e se...?" probabilmente saremmo ancora a trascinare le donne per i capelli e una clava ultimo modello sarebbe il massimo.
Non dico che l'anima esista, non dico che non esista. Dico che, non essendo ancora materia scientificamente provata (sia la sua esistenza che la sua non esistenza) ciascuno è ugualmente libero di pensarla come vuole.
Se poi vogliamo parlare di fatti certi ed eventi visibili, allora la dobbiamo proprio smettere di parlare di anima e chiudere qui anche l'argomento.
La fede (non necessariamente religiosa), i sogni, le speranze, le aspettative, la curiosità non sono infatti quantificabili, giustificabili e tantomeno visibili. Vediamo i loro effetti, compresi comportamenti che a noi sembrano folli.
Io ritengo, anima o non anima, che sia sano che le persone ipotizzino, che sia sano che credano in qualcosa, che sia sano che se ne parli in assoluta libertà.
Evidentemente Dani (della quale ricordo che non condivido l'assunto di fondo) crede in qualcosa e pertanto la rispetto e la stimo. Penso che il giorno in cui smetteremo di credere, e nello specifico smetteremo di credere che possa esserci anche qualcosa che va oltre la nostra capacità di comprensione, forse saremo un po' meno umani.

Waterwitch (Marina Lucchese) ha detto...

Sinceramente non mi ricordo se ho scritto "io penso" o "io credo", ma davo per scontato che fosse la mia opinione, come il post fosse la tua, almeno per quanto riguarda la questione dei sentimenti.
Per quanto riguarda il fatto che l'uomo sia un animale, non l'ho scritto perchè, sono una biologa, la biologia mi dice che l'Homo sapiens appartiene al regno Animalia, per cui è un animale, non lo dico io ma testi docenti e ricercatori di tutto il mondo.
Spero di aver chiarito il mio punto.

Waterwitch (Marina Lucchese) ha detto...

Ah dimenticavo
L'ultimo pezzo riguarda pure il discorso dell'apprendimento, il nostro modo di apprendere è identico a quello di tutti gli altri mammiferi, sono che raggiungiamo concetti più comlicati perchè il nostro cervello è il più sviluppato di qualsiasi altra specie al mondo, sempre secondola biologia, io ovviamente sono d'accordo.

Giulia ha detto...

Rimango della mia idea... l'uomo discende dalle scimmie ergo è classificato come animale... ;) mammifero, se vogliamo dirla tutta! Hai pienamente ragione a difendere le tue idee Dani... :) Perché ognuno è liberissimo di pensarla come vuole ci mancherebbe altro... comunque quello delle balene era un esempio che ho fatto per farti capire che anche gli animali usano un certo tipo di intelligenza, non era certo per fare chissà quali discorsi strani... :P Per il resto concorso con ogni singola parola del commento di Waterwitch qui sopra... ;) mi ha levato le parole di bocca! Anche io penso che quando si scrive un commento sia sempre personale a meno che non si citi la fonte... Non te la prendere Dani, le discussioni sono sempre belle e costruttive se affrontate con il verso giusto! ;)

Giulia ha detto...

*volevo dire "concordo" e non "concorso" ahahaha XD ops... :P

Giulia ha detto...

Ps. scusami se te lo faccio notare Dani ma sono andata a rileggere i commenti del post precedente che ha scatenato sto casino.... Ogni persona che ha commentato ha scritto "Io penso".... quindi come fai a dire il contrario? ecco questa cosa non l'ho capita del tuo post.... XD

Simona G. ha detto...

Ognuno ha espresso la sua opinione, tu, io, tutti quelli che hanno commentato. Mi viene da pensare che, probabilmente, (secondo me :p) ti sei sentita "colpita" perché hai visto quasi tutte le opinioni contrarie alla tua, ma il tuo post era chiaro: ci hai chiesto il nostro parere e noi siamo stati felici di dartelo. Ma non ci hai chiesto un parere su quale modello di scarpe indossare per una serata in discoteca, la questione è invece abbastanza forte, quindi suppongo che c'era da mettere in conto la possibilità di ricevere opinioni contrarie. Comunque credo che faccia sempre piacere confrontarsi con chi ha opinioni diverse, e lo siamo stati anche noi conoscendo la tua! A buon rendere :)

Dani :) ha detto...

Ma porca vacca non ne veniamo più fuori qua......ognuno ha espresso la propria opinione e siamo tutti contenti ok?!?
Stiamo qui a fare i cavillosi (io per prima) su cosa è stato scritto e a pesare ogni singola parola e verbo! E' anche difficile discutere di un tema così difficile semplicemente scrivendo dei commenti..non potendo dare un tono alle frasi e senza avere la possibilità immediata di spiegarci meglio...comunque va bene così! Una cosa è certa, non ho scritto questo secondo post perchè ho visto che in tanti andavano contro la mia opinione...come ho detto nel post mi bruciava di più il come e non il cosa.....! Comunque con chi dovevo chiarirmi ho chiarito, più o meno, siamo tutti vivi e ci vogliamo bene :)

Eva Q. ha detto...

Ah però...discorso leggerino!!
Sono già passata anche da Ali e come ho già scritto là io sono decisamente d'accordo con quello che ha detto lei...e magari se tu potessi leggere il pensiero della tua gatta sul cofano della macchina,la sentiresti dire "ma perchè questa banana invece di riflettere tanto sul senso della vita non ha pensato di parcheggiare all'ombra che qui mi sto cuocendo come un pollo arrosto?"
A parte gli scherzi penso sia davvero un argomento troppo grande che ha impiegato secoli ed altrettanti ne impiegherà per trovare una spiegazione univoca.
Comunque sono le contrapposizioni di pensiero a farci evolvere,quindi ben vengano le persone che difendono le proprie idee sia che siano basate sulla scienza,sulla fede,sulle credenze o semplicemente sulle proprie sensazioni.
E brava Dani ;)

Posta un commento